^Torna su


Articolo Libero Piccoli segreti per rendere felice il vostro gattoVita felina tra le mura di casa
Dai percorsi sopraelevati ai topolini di stoffa fino al cibo nascosto: così il micio si diverte
di Alessandra Mori
 

Milano - 18 Gennaio 2008

Lo teniamo chiuso in casa e pensiamo che sia felice solo perché gli diamo da mangiare, un posto in cui dormire e un po' di coccole. Gli vogliamo bene e siamo convinti che questo basti. Ma non è così. Perché lui, il nostro adorato micio, in realtà preferirebbe stare all'aria aperta, crogiolarsi al sole, arrampicarsi sugli alberi, cacciare le prede, farsi le unghie, marcare il territorio e supervisionarlo da un posto sopraelevato e nascosto.

Niente paura però. Creare un ambiente adatto alle sue esigenze è possibile, anche se si vive in città e non abbiamo un giardino a disposizione. Ce lo insegna la specialista del comportamento felino Laura Borromeo, socio fondatore dell'Associazione Asetra , che mercoledì sera all'Aquario Civico di Milano ha tenuto la conferenza "Il vostro gatto, un amico ancora da conoscere" (l'incontro, a ingresso gratuito, sarà replicato il 24 Gennaio. Prenotazione obbligatoria al numero 3478212569).

Leggi tutto: LIBERO - Piccoli segreti per rendere felice il vostro gatto

Un gatto adulto lecca un cucciolo Cibo, gioco, privacy, motivi di stress, cosa dice l'esperta.
di Chiara Spegni

16 Marzo 2006

''Mettiamoci nelle loro pellicce!'': questa la prima regola da osservare per vivere bene con i nostri gatti, che in 7 milioni e mezzo affollano le case degli italiani. Secondo Laura Borromeo, comportamentalista animale, in questo caso specializzata nella riabilitazione di gatti con problemi di comportamento, la prima regola e' non fare a loro cio' che non vorremo fosse fatto a noi. Come ad esempio imporre 'nuovi amici', perche' sono animali domestici indipendenti. Non bisogna sorprenderci per una risposta aggressiva quando si trovano in presenza di un altro gatto o un 'nuovo' inquilino, dato che non l'hanno certo scelto loro. ''I gatti non sono animali sociali: la notizia e' se vanno d'accordo con un altro ospite, non il contrario'' spiega l'esperta.

Leggi tutto: ANIMALI E ANIMALI - Un gatto per amico. Vademecum per una serena convivenza

Gatti e bambini

di Laura Borromeo

Per ogni bimbo la vita insieme al gatto può rivelarsi un'esperienza di crescita preziosa e arricchente, a patto che gli siano insegnate le modalità di convivenza con il rappresentante di una specie diversa.
Sarà quindi compito dei genitori spiegare al  bambino,  fin dai primi mesi di vita, come approcciarsi con il micio di casa e interagire con lui, affinché la coabitazione risulti divertente per il bambino e, nel contempo, rispettosa del benessere dell'animale.

Leggi tutto: Gatti e bambini


Molto spesso si parla dell’importanza e del significato del movimento della coda nei cani, ma lo si fa molto poco per i gatti.
Si sa che la coda dà al gatto più stabilità ed equilibrio nei movimenti, ma l’altro aspetto molto rilevante è che gli consente di comunicare con il mondo che lo circonda. 

La coda segnala gli stati d’animo e le intenzioni che il gatto prova per gli umani, per altri gatti o qualsiasi animale che ne sappia recepire il significato.

Prima di tutto non vanno interpretati i movimenti della coda del gatto con lo stesso criterio che si usa per il cane, perché si cadrebbe in grossi equivoci.

Per esempio, quando il gatto muove la coda oscillandola da destra a sinistra e viceversa, significa che è agitato, nervoso, in allerta o interessato.
 
Un gatto rosso seduto su un pacco regalo dello stesso colore e posto vicino ad un albero di Natale guarda fuori dalla finestra 

Leggi tutto: La coda del gatto

 Copyright © 2020 Lauraborromeo.it  Rights Reserved.